Toner fotocopiatrici

L'evoluzione tecnologica dei toner delle fotocopiatrici

toner fotocopiatriciCome ormai tutti sanno, le fotocopiatrici, cosi come le stampanti di ultima generazione, sono dotai di toner e non più delle vecchie cartucce che si consumavano in fretta e davano una qualità di stampa minore.

 

Il toner, è una polvere molto sottile che contiene particelle di carbonio, ossido di ferro e resina, questo composto si fonde con il calore, e s’imprime sulla carta, restituendoci una copia del nostro documento.

 

Con il passare del tempo si è capito che unendo alle particelle di carbone un polimero si potevano ottenere prestazioni migliori, ma la composizione del polimero varia da un toner all’altro, è questa è una delle prime cose che determina la differenza tra il toner di una marca rispetto a un'altra.

 

Il toner originariamente era nero, ma con la nascita delle stampanti a colori, sono stati creati anche dei toner con i colori fondamentali, che sono il giallo il magenta e il ciano.

 

Nelle prime fotocopiatrici il toner veniva versato un apposito vano da una bottiglia, oggi invece, esistono appositi contenitori cilindrici, o delle apposite cartucce che inserite nel dispositivo, rilasciano automaticamente la quantità necessaria.

 

Bisogna però fare molto attenzione, perché nonostante l’evoluzione tecnologica abbia portato al miglioramento del toner, questo rimane comunque un composto di sostanze chimiche, che se inalate in quantità eccessive possono causare problemi alle vie respiratorie, soprattutto in quei soggetti che hanno le mucose molto sensibili. Inoltre anche se non è ancora stato dimostrato, molti affermano che la costante esposizione alle polveri del toner, possa causare problemi cancerogeni alle vie respiratorie.

Noleggio Fotocopiatrici